NUOVI BANDI 2018 MASTER E CORSI:

MASTER: LA DIAGNOSI NEUROPSICOLOGICA
NELL'ADULTO E NELL'ANZIANO

SCADENZA ISCRIZIONI 15 GENNAIO 2018 - SEDE DI TORINO
CLICCA QUI PER INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI

Classificazione delle Demenze
Dott.ssa Claudia Iannotta
Centro di Psicologia e Neuropsicologia - Torino
_CLOAKING

Esistono diverse classificazioni delle demenze, in base all’età di esordio, in base alla sede delle lesioni, in base alla prognosi, e la classificazione classica su base eziologica.

Viste le numerose classificazioni esistenti in merito, non è semplice farsi un’idea chiara su come classificare le demenze, per cui spero di poter rispondere alla sua richiesta nel modo più semplice e chiarificante possibile.

CLASSIFICAZIONE IN BASE ALL’ETA’ DI ESORDIO

  • Demenze presenili

  • Demenze senili

CLASSIFICAZIONE IN BASE ALLA SEDE DELLE LESIONI

Demenze Corticali:
  • D. di Alzheimer

  • D. con corpi di Lewy

  • D. Fronto-Temporale (Malattia di Pick)

Demenze Sottocorticali:

  • D. Vascolari

  • D. con disturbi del movimento (Corea di Huntington, Morbo di Parkinson, Paralisi Sovranucleare Progressiva, Degenerazione Cortici-Basale)

CLASSIFICAZIONE SU BASE EZIOLOGICA

Demenze Primarie o Primitive:

  • D. di Alzheimer

  • Malattia di Pick

Demenze Secondarie o non Alzheimer (sono identificabili fattori causali ben precisi; sono infatti generate da condizioni neurologiche, metaboliche, endocrine, infezioni del S.N.C., intossicazioni ed altre patologie, che si associano al normale processo di invecchiamento):
  • D. Vascolari ( D. Multi-infartuale, D. da singoli infarti, D. da coinvolgimento di piccoli vasi, D. da ipoperfusione, D. da emorragia)

  • D. da Malattie Degenerative del S.N.C.(Morbo di Parkinson, Corea di Huntington, Paralisi Sopranucleare Progressiva, Epilessia Mioclonica Progressiva)

  • D. Endocrine e Metaboliche

  • D. Carenziali (D. Alcolica, Sindrome Wernicke-Korsakoff, Pellagra, Deficienza di Vitamina B12 e Folati)

  • D. da Agenti Tossici (Metalli pesanti, Monossido di Carbonio, Piombo, Arsenico, Manganese, Alluminio, Farmaci)

  • D. da Neoplasie Cerebrali (Tumori Intracranici)

  • D. da Idrocefalo Normoteso

  • D. da Traumi Cranici (Ematomi, Emorragie, Ipossia, Encefalopatia Cronica dei Pugili)

  • D. da Infezioni (Infezioni HIV, Morbo di Creutzfeldt-Jakob ed altre infezioni da Prioni, Meningiti Croniche, Encefaliti, Sclerosi Multipla).

CLASSIFICAZIONE IN BASE ALLA PROGNOSI

Demenze Degenerative o irreversibili:

  • D. di Alzheimer

  • D. Neurodegenerative di tipo non Alzheimer (D. Fronto-Temporali e Malattia di Pick, D. con Corpi di Lewy, D. con disturbi del movimento: Malattia di Parkinson, Sindromi Parkinsoniane Atipiche, Corea di Huntigton, degenerazione Cortico-Basale, Paralisi Sopranucleare Progressiva)

Demenze Non Degenerative o Reversibili (sono una discreta parte delle Demenze Secondarie e costituiscono meno del 15% di tutte le Demenze):

  • D. da Idrocefalo Normoteso

  • D. da Cause Infettive

  • D. da Cause Metaboliche

  • D. da Cause Psichiatriche

  • D. da Lesioni Occupanti Spazio

Come può ben notare lo stesso tipo di demenza può rientrare in una o nell’altra delle categorie sopra elencate, in base al criterio di classificazione che si prende in considerazione, comunque, al di là delle classificazioni appena descritte, i tipi di demenza possono essere così raggruppati:

  • Demenza di Alzheimer

  • Demenze Vascolari

  • Demenza con Corpi di Lewy

  • Demenze Fronto-Temporali (Malattia di Pick)

  • Disturbi del movimento con Demenza (Corea di Huntington, Morbo di Parkinson, Paralisi sovranucleare Progressiva, Degenerazione Cortico-Basale)

  • Demenze secondarie ad altre patologie (Idrocefalo Normoteso, Demenza HIV-correlata, D. da Prioni, D. Alcolica, D. da Malattie Metaboliche Ereditarie).

Dott.ssa Claudia Iannotta — Psicologa
Iscrizione Ordine degli Psicologi del Piemonte nr. 2809
Centro di Psicologia e Neuropsicologia
Via Borgone, 57 – 10139 Torino
Tel. 011-19502711 Fax 011-19790175
e-mail: _CLOAKING