NUOVI BANDI 2018 MASTER E CORSI:

MASTER: LA DIAGNOSI NEUROPSICOLOGICA
NELL'ADULTO E NELL'ANZIANO

SCADENZA ISCRIZIONI 15 GENNAIO 2018 - SEDE DI TORINO
CLICCA QUI PER INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI

Test di Corsi
(De Renzi e Nichelli, 1975; Spinnler e Tognoni, 1987).

Test di misurazione dello "span" di memoria visuo-spaziale , cioè della quantità di informazioni visuo-spaziali che si riescono a trattenere nella memoria recente o MBT.

Lo stimolo é costituito da una tavoletta di legno di cm 32 x 25 in cui sono incollati 9 cubetti di 45 mm di lato, disposti in modo asimmetrico. I cubetti sono numerati dal lato rivolto verso l'esaminatore, non da quello rivolto verso il soggetto. Il somministratore é seduto di fronte al soggetto e tocca con l'indice i cubetti in una sequenza standard di lunghezza crescente (da due a dieci cubetti), al ritmo di un cubetto ogni 2 secondi, tornando ogni volta con l'indice sul tavolo alla fine di ogni toccata. Appena terminata la dimostrazione della sequenza, l'esaminatore chiede al soggetto di riprodurla toccando i cubetti nello stesso ordine . Vengono presentate tre sequenze per ogni serie. Se il soggetto riproduce correttamente almeno due sequenze su tre, si passa ad esaminare la serie successiva. Il numero di cubetti relativo alla serie più lunga, per la quale sono state riprodotte correttamente almeno due sequenze, costituisce il punteggio del test che rappresenta lo span di memoria spaziale di quel soggetto. Lo span di memoria spaziale medio è circa uguale a 5, ma sono state trovate differenze statisticamente significative tra punteggi medi in funzione dell'età e della scolarità, ma non del sesso, in campioni di adulti e anziani (Spinnler e Tognoni, 1987); su un campione di studenti universitari sono state trovate differenze statisticamente significative di rendimento tra maschi e femmine, a favore dei primi (Orsini e altri, 1982), come peraltro è abituale nei compiti che implicano elaborazione di rapporti spaziali. Popolazione con cui è utilizzabile: bambini, adulti, anziani. Somministrzione: individuale. Manuale (in Spinnler e Tognoni, 1987): dà indicazioni per la somministrazione e la valutazione. Riferisce le verifiche compiute su un campione di 321 soggetti italiani. Propone un modello statistico ottimale per l'interpretazione dei punteggi in funzione dell'età e della scolarità. Attendibilità al retest: r = 0,38 su un campione di 35 soggetti. Del test di Corsi, esistono anche norme su grandi campioni di soggetti italiani (Orsini ed altri, 1987), adulti (N = 1355) e bambini (N = 1112).