NUOVI BANDI 2018 MASTER E CORSI:

MASTER: LA DIAGNOSI NEUROPSICOLOGICA
NELL'ADULTO E NELL'ANZIANO

SCADENZA ISCRIZIONI 15 GENNAIO 2018 - SEDE DI TORINO
CLICCA QUI PER INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI

Tandem Reciprocal Movements
(o programmi motori contrastanti).

Questa procedura è tratta dalla Luria’s Neuropsychological Investigation (Christensen, 1975).

Al paziente è richiesto di tenere alte due dita quando l’esaminatore ne alza uno e un dito quando l’esaminatore ne tiene alte due. Le istruzioni vengono impartite inizialmente senza stabilire il numero di dita che devono essere alzate, mostrando semplicemente i gesti e dicendo: “quando io faccio così”, “lei fa così”. Se il paziente non si dimostra in grado di dare una risposta al segnale dell’esaminatore, il numero di dita che ciascuno va a sollevare deve essere dichiarato esplicitamente. Se il paziente fallisce ancora il test dovrebbe essere interrotto. Il numero delle prove pu" variare da paziente a paziente, ma per standardizzare la procedura, sarebbe meglio somministrare 11 prove, mutando dopo ogni due risposte (es. un dito, un dito, due dita, due dita, un dito). Poi viene somministrato un secondo gruppo di 16 prove, con la variazione che compare dopo ogni tre risposte. L’undicesima prova del primo gruppo è la prima del secondo gruppo. Quando il paziente risponde in maniera errata nel corso della procedura, dovrebbe essere corretto rapidamente. Viene registrato, separatamente per ogni mano, il numero di risposte corrette nelle 27 prove. Le risposte sbagliate che il paziente corregge rapidamente da sè nel giro di tre secondi, sono calcolate come corrette. Vengono annotati due tipi di errore: la pedissequa imitazione dei movimenti dell’esaminatore e l’errore nel passare a una nuova risposta quando l’esaminatore passa a un differente numero di dita. Gli individui sani eseguono i movimenti in modo corretto con non più di uno o due errori.