NUOVI BANDI 2018 MASTER E CORSI:

MASTER: LA DIAGNOSI NEUROPSICOLOGICA
NELL'ADULTO E NELL'ANZIANO

SCADENZA ISCRIZIONI 15 GENNAIO 2018 - SEDE DI TORINO
CLICCA QUI PER INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI

Paziente affetto da Morbo di Parkinson

TEST NEUROPSICOLOGICI

 

SIG. C. G. aa 61

Dati clinici obiettivi: Il paziente, affetto da morbo di Parkinson, viene sottoposto ad una valutazione generale delle funzioni cognitive. Lamenta disturbi mnesici, in particolare della memoria a lungo termine e disturbi comportamentali quali ansia e eccessiva emotività. Il paziente appare ben orientato nel tempo e nello spazio, vigile e collaborante. L’eloquio è corretto e fluente.

TEST ESEGUITI PUNTEGGIO NORMA ESITO
MINI MENTAL STATE 29 24 Norma
PM 47 36 18,96 Norma
DIGIT SPAN Diretto: 5 Inverso: 3 P.E. = 3 Diretto:6 Inverso: 5 Norma
TEST DI CORSI 4,75 P.E. = 3 4,98 (d.s. 1,28) Norma
REY MEMORY TEST 33 28,53 Norma
BREVE RACCONTO 13,15 P.E.= 3 12,98 (d.s. 2,08) Norma
CLARIDGE 1 9 9 Norma
Geriatric Depression Scale 5 11 Norma
QUESTIONARIO STAI (y1) 48 39,68 (d.s. 10,88) Ai limiti della norma
QUESTIONARIO STAI (y2) 51 39,94 (d.s. 10,55) Ai limiti della norma

CONCLUSIONI: Le funzioni cognitive esaminate  quali l’attenzione, la memoria, l’ apprendimento, le capacità esecutive, risultano tutte nella norma, pertanto non si rileva alcun decadimento cognitivo.
L’ansia di stato e di tratto sono entrambe ai limiti della norma, ciò potrebbe, in parte, giustificare le attuali preoccupazioni del paziente circa le propre funzioni cognitive, che soggettivamente appaiono compromesse.

Dott.ssa  Claudia Iannotta
(Psicologa - Ipnologa - Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale -
Perfezionata in Neuropsicologia e Psicodiagnostica Forense)