NUOVI BANDI 2018 MASTER E CORSI:

MASTER: LA DIAGNOSI NEUROPSICOLOGICA
NELL'ADULTO E NELL'ANZIANO

SCADENZA ISCRIZIONI 15 GENNAIO 2018 - SEDE DI TORINO
CLICCA QUI PER INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI

Matrici Progressive di Raven o RPM e Matrici Progressive Colorate di Raven
(Raven, 1940; Raven, Court, Raven, 1986).

Questi test mettono in evidenza abilità analitiche non dipendenti da nozioni precedentemente apprese. Nella soluzione sono implicati comunque abilità spaziali e di ragionamento.

1. Matrici Progressive di Raven: il test è costituito da quattro serie (A,B,C,D) di 12 items ciascuna di complessità crescente. Le prove sono raccolte in un libretto acquistabile presso le “Organizzazioni Speciali” V.le Scipione Ammiral, 37 (50136, Firenze). Il test è preceduto da una prova preliminare nella quale l’esaminatore mostra al soggetto quattro fogli come esempio, mentre gli spiega il compito. Dice che si tratta di una specie di tappezzeria in cui uno dei disegni è mancante: questo va trovato tra i disegni a pié di pagina; le regole per trovarlo a volte sono complicate e nascono dalle caratteristiche e dai cambiamenti che legano tra loro i disegni. Si fanno esempi, usando i fogli ad hoc (non contenuti nel libretto originale) e mettendo in rilievo come sul disegno mancante convergano sia la “regola orizzontale” che quella “verticale”. Sugli esempi si forniscono ripetutamente tutte le spiegazioni verbali necessarie e si correggono gli eventuali errori. Quando l’esaminatore è convinto che il soggetto abbia afferrato il compito, si passa al test vero e proprio. Il soggetto viene invitato a scegliere un disegno, tra quelli numerati riportati al di sotto del modello, che completi il modello. Il criterio di scelta suggerito al soggetto deve essere sempre quello di trovare la figura che forma con esse un insieme logico. Per la spiegazione, ricorrere sempre ai fogli di esempio. L’esaminatore mostra al soggetto le varie matrici dalla serie A a quella D dal numero 1 al 12 di ogni serie. Ogni volta il soggetto è invitato a fornire comunque una risposta. Sono ammessi ripensamenti e cambi di scelta ma non è possibile ritornare sulle matrici già esaminate. L’esaminatore riporta nella griglia di correzione il numero corrispondente alla scelta effettuata dal soggetto per ogni matrice. Tempo massimo per l’intera prova è 30 minuti; se il soggetto impiega un tempo inferiore al previsto, viene indicato sul protocollo. Per il calcolo del punteggio si considera il numero di risposte date entro il tempo massimo e il numero di risposte esatte fornite entro il tempo massimo di tutte le quattro serie di matrici.

2. Matrici Progressive Colorate o PM 47 colorate: sono utilizzate per bambini al di sotto degli 8 anni, adulti di basso livello intellettivo o anziani; includono la serie A,B, ed una serie Ab intermedia fra esse; il quadernetto contiene anche la serie C, D, E, stampate a colori, ma si consiglia la somministrazione di queste ultime tre serie solo ai soggetti che hanno risolto bene gli ultimi problemi della serie B, dimostrando con questo di aver raggiunto una certa capacità di astrazione.